site stats

Viaggio a Praga? hotel, ristoranti, itinerari, arte, spettacoli e shopping

Mangiare italiano a Praga: Vincanto, Klimentská 40, 11000 Praga 1
Mangiare italiano a Praga: Vincanto, Klimentská 40, 11000 Praga 1
Week end a Praga: vivere la città in 72 ore.

Week end a Praga: vivere la città in 72 ore.

SHARE
, / 2882 0

kampa_museum

Avete avuto una bella idea: passare un week end lungo a Praga!

Perfetto, organizziamoci. Che tipo di turisti siete? Volete vedere tutto o ve la prendete con calma? Ecco qualche idea per cominciare…

Giorno 1: arrivo a Praga, Orologio e quartiere ebraico.

Mattina. Se arrivate a Praga in auto, assicuratevi di parcheggiare nelle zone arancioni e verdi ( a pagamento per non residenti) e non in quelle blu (riservate ai residenti. Meglio ancora, trovate un garage o un parcheggio privato.

Se arrivate a Praga in aereo, leggete il post su come raggiungere il centro della città senza spendere troppo ed evitando i borseggiatori.

Sistematevi in hotel, appartamento o bed and breakfast e poi partite alla conquista di Praga!

Staromestske Namesti, la piazza dell’Orologio astronomico, è la primissima cosa da vedere. Questo è il simbolo di Praga che attrae il maggior numero di turisti. Andate a vedere l’orologio allo scoccare delle ore per ammirare la danza degli apostoli (special guest San Paolo).

Avete fame? sulla piazza ci sono molti ristoranti super turistici che vi sconsigliamo calorosamente. Se proprio volete, potete mangiarvi un super calorico Trdlnik, un cannolone alla griglia ricoperto di mandorle, ma nessun ceco lo mangia mai…

Trdlnik

Pomeriggio. Dalla Piazza dell’Orologio, non siete lontani dal quartiere ebraico di Praga. Visitate il mistico Cimitero e perdetevi per le stradine di pietra che lo circondano.

Sera. Una crociera fluviale a Praga è un’idea perfetta se il tempo è discreto. Salite su una delle navi che solcano la Moldava ed ammirate il paesaggio in notturna.

Per gli iperattivi: visitate le Sinagoghe che si trovano nel quartiere ebraico di Praga.

Per i gourmet: cena di cucina tipica ceca in una delle migliori birrerie di Praga.

Secondo giorno: castello di Praga, Mala Strana e ponte Carlo.

Mattina. Dormito bene? Allora prendete il tram n°22 ed andate a visitare il Castello di Praga!  Non mancate la Cattedrale di San Vito ed il vicolo d’oro.

Pomeriggio. Scendete dal castello percorrendo le caratteristiche stradine di Mala Strana, la città piccola costruita nel rinascimento da tanti architetti italiani. Fermatevi a bere il tè in una Cajovna (sala da the) e poi proseguite verso Ponte Carlo, un altro dei simboli di Praga.

Per gli iperattivi: visitate l’isola di Kampa ed il bellissimo Museo di arte contemporanea oppure prendete la metro ed andate dritti al secondo castello a Praga, Vysehrad.

Per i gourmet: degustate vini della Moravia in una delle tante enoteche di Praga: Vinograf  è la nostra preferita con più di 10 vini al bicchiere tra cui scegliere.

Sera: assaggiate la cucina ceca contemporanea in uno dei tanti ristoranti del centro. Praga non è solo birra e cibo pesante.

P1090239

Terzo giorno: arte, torte e souvenir.

Mattina. Fate colazione in uno degli storici Caffè di Praga: l’atmosfera e la storia dei luoghi non sono da meno alla qualità di torte e cappuccini. Se non siete troppo pieni, visitate uno dei tanti musei di Praga: la scelta è quasi infinita.

Pomeriggio. Tempo di acquisti e souvenir: non dimenticate di portare a casa un portachiavi a forma di Talpa, simbolo di Praga. Se avete ancora spazio in valigia (ma sarebbe meglio il bagaglio a mano) comprate un bel vaso di vero Cristallo di Boemia.

Sera. Dopo due giorni passati a mangiare salsicce e cannoli alla cannella, che cosa ne dite di una leggerissima cenetta vegetariana? A Praga non mancano i ristoranti vegani, vegetariani ed anche raw.

Per gli iperattivi: sarete stanchi pure voi!!! Ora è il momento di rilassarsi in qualche Centro Benessere o di fare un giro nei locali più trendy di Praga.

Scrivi un Commento

Your email address will not be published.